giovedì 9 gennaio 2014

H2020 per le PMI: 2,8 miliardi di euro disponibili

Ho già detto nei precedenti post di cosa sia Horizon 2020, in questo nuovo post ci concentreremo su cosa può fare #H2020 per PMI (SME).

Italia è caratterizzata, anche nel mondo ICT, se non sopratutto, dalla presenza di molte Piccole e Medie Imprese. Queste mediamente sono la forza motrice e forse anche la sola manodopera delle multinazionali ICT (IBM, HP, Microsoft, ecc.)  presenti nel suolo italiano.

L'Europa atteverso il programma H2020 dedica un'attenzione specifica a questo tipo di aziende.


Infatti, attraverso il programma "strumento per le PMI", che ha un apposito sotto sito, mette a disposizione ben 2,8 miliardi di euro. Questi  ono facilmente accessibili alle PMI nell'ambito di Orizzonte 2020 per finanziare ricerca ed innovazione delle stesse imprese.

Come funziona ?

Lo strumento per le PMI è strutturato in 3 fasi che coprono diverse fasi del ciclo dell'innovazione. I processi di valutazione delle proposte si basano su regole semplici, necessari per ridurre il tempo dei contratti.
La Fase 1 mira a coprire la valutazione della fattibilità tecnica ed il potenziale di mercato di nuove idee . Il progetto sarà sostenuto da un importo forfettario di 50.000 euro e la durata tipica dovrebbe essere di 6 mesi.
La Fase 2 mira a coprire le attività di Ricerca ed innovazione, con particolare attenzione alle attività di dimostrazione (prove , prototipi , studi di scale- up , design, pilotare processi innovativi , prodotti e servizi , la validazione , verifica delle prestazioni ecc ) e la replica di mercato favorendo il coinvolgimento degli utenti finali o potenziali clienti . Il finanziamento dei progetti dovrebbe essere fino a 2.500.000 di euro e la durata tipica dovrebbe variare da 12 a 24 mesi ( più finanziamenti e durata sono possibili in casi debitamente giustificati ) .
La Fase 3 riguarda misure di sostegno per le piccole e medie imprese verso la commercializzazione dei loro prodotti e servizi innovativi attraverso misure come il networking , formazione , coaching e mentoring , facilitando l'accesso al capitale privato o una migliore interazione con le principali parti interessate . 

Non previsti finanziamenti oltre la Fase 3.

Le PMI sono invitate a presentare domanda di finanziamento a partire dalla Fase 1, tuttavia essi sono autorizzati a rivolgersi direttamente alla Fase 2 o anche alla Fase 3, a seconda del loro progetto . Il completamento di una parte consentirà una PMI per passare direttamente a quello successivo .

Le PMI possono richiedere fondi in fase 1 e fase 2 quando ne hanno bisogno. Le chiamate per queste Fasi saranno aperte in base a una fase di ramp-up nel 2014 ( da confermare) e poi su base continua fino al 2020 . Per quanto riguarda la fase 3 , gli inviti a presentare progetti dovrebbero essere aperti attraverso finestre temporali fisse .




Posta un commento