giovedì 12 dicembre 2013

Primo obiettivo raggiunto: parte la Fattura Elettronica per la PA

Si, è cosi.
Fra i tre punti indicati nel piano di attuazione dell'agenda digitale italiana c'è l'e-invoicing, per dirla all'inglese, o la Fattura Elettronica, principalmente per la PA.

Bene ci siamo, dal 6 Dicembre partono i  6 mesi di sperimentazione che ci porteranno a Giugno del prossimo anno all'avvio formale ed ineludibile per tutta la PA, ovvero lo scambio di Fatture deve essere effettuato attraverso il sistema di interscambio dell'Agenzia delle Entrate.

Come nota a lato, positiva, c'è da dire che nel confronto effettuato tra il sistema Italiano di e-invoice e quello europeo vede l'Italia come paese leader in Europa. Inoltre in un precedente post su questo blog abbiamo indicato un esempio di fattura e di come generarla.

Perché siamo riusciti a fare grande passo avanti? La spiegazione la da la stessa Anna Pia Sassano in questo Tweet

in risposta ad Alfonso Fugetta il quale in altro tweet attirava l'attenzione sulla notizia.

Tutto è bene quel che finisce bene.

Ci sono gli altri due (+1) punti, non meno importanti, da realizzare: "national register for population", "digital e-identity" e, aggiunto in un secondo tempo direttamente dal nostro Primo Ministro LETTA , "investment on broadband infrastructure".

Lo stesso Alfonso Fugetta in modo autorevole, in quanto parte del Team dell'Agenda Digitale voluto da F.Caio, ha nettamente smentito un mia perplessità sulla fattibilità dei punti suddetti.


Felice di questo NO, non resta che augurarvi buon lavoro.

Posta un commento